La scuola di italiano per stranieri vi invita alla GRANDE TOMBOLATA per le feste Natalizie 

Mercoledì 17 dalle ore 15,30 in via Del Leone 9

Studenti, Amici, Volontari, Operatori, Ospiti sono i benvenuti!!!
Apertura di percorsi partecipativi: Mentoring e Capacity Building per una cittadinanza attiva in una prospettiva di genere.
2013-2015.
Il progetto Parti-GE.MI mira a rafforzare la partecipazione di uomini e donne migranti alla cittadinanza attiva.
 
L’idea fondante del progetto è che gli uomini e le donne migranti hanno il pieno diritto di partecipare alle istituzioni civili e politiche e che le società ospitanti hanno sia l’interesse sia la responsabilità di garantire tale diritto. L’obiettivo di progetto è di rafforzare il livello di solidarietà e promuovere un comune senso di appartenenza tra migranti e cittadini dell'Unione Europea, in ogni singolo paese.
I partner di progetto sono 6, tra i quali: enti del privato sociale con esperienza in progetti rivolti all’immigrazione, organizzazioni non governative con esperienza nella ricerca e nell’azione politica e Dipartimenti Universitari.  I partner provengono da quattro diversi paesi europei: Grecia, Germania, Italia e Spagna.
Parti-GE.MI vuole promuove l'effettiva cooperazione tra le amministrazioni nazionali, regionali e locali al fine di sostenere l'integrazione e l'impegno delle comunità di accoglienza ad interagire con i migranti, basandosi sul reciproco rispetto dei propri diritti, obblighi e culture.
Il progetto riconosce gli ostacoli esistenti alla partecipazione politica dei migranti e si sforza di rimuoverli sia in fase di elaborazione che di attuazione politica, garantendo parità di trattamento e una migliore gestione della diversità nei luoghi di lavoro pubblici e privati.
Quindi, si impegna a:
A. Valutare e analizzare le esigenze diversificate di uomini e donne migranti per quanto riguarda la loro integrazione civile e politica, sociale, economica e culturale attraverso una ricerca mirata nei quattro paesi europei.
B. Aumentare la capacità di cittadinanza attiva e l’offerta di risorse attraverso il contatto e l'interazione significativa e sostenuta tra migranti e cittadini UE (riunioni di consultazione, formazione sul capacity building, mentoring, sessioni di studio condivise con le parti interessate), strutturando tali iniziative nell’ambito di istituzioni specifiche, ossia le amministrazioni locali, i sindacati e i consigli scolastici.
C. Sviluppare e trasferire le conoscenze in merito a misure politiche innovative ed efficaci in una prospettiva di genere, al fine di ampliare le opportunità di partecipazione e metterle in relazione con le politiche di integrazione.
Il 14 e 15 novembre 2013 si è svolta ad Atene, presso la sede del Coordinatore CRWI DIOTIMA, la riunione del Gruppo Direttivo di progetto, alla quale hanno partecipato i coordinatori nazionali di progetto e alcuni membri delle squadre che condurranno le varie attività.
L’argomento fondante alla base dell'incontro è stato che:
L'integrazione rappresenta sia un processo bidirezionale di adeguamento reciproco tra migranti e cittadini UE, sia un processo di genere, che può avere impatti diversi su uomini e donne.
La questione della partecipazione civica degli immigrati è stata sollevata all'ordine del giorno dell'UE e tuttora in diverse politiche nazionali a livello giuridico esistono ancora barriere che escludono o scoraggiano i migranti nell’esercitare i diritti di cittadinanza.
Le tendenze comuni individuate che verranno ulteriormente esaminate sono:
Nonostante le differenze nazionali, la percezione dominante per la partecipazione dei migranti è quella del Lavoratore Immigrato. 
I migranti hanno ben pochi diritti civili e/o di cittadinanza nella maggior parte dei paesi dell'UE. 
Non esiste un quadro giuridico comune a livello europeo e neanche una politica europea in materia di integrazione e in particolare relativa ai diritti di cittadinanza.
 
A livello europeo, sia nazionale che locale, le sfide sono: 
per raggiungere un processo di integrazione dei cittadini in una dimensione di genere 
aprire percorsi multipli di cittadinanza
garantire pari opportunità di partecipazione nella vita politica, economica, sociale e culturale e 
preservare la coesione sociale e rinforzare la democrazia in Europa
 
Parti-GE.MI invita tutti gli attori, gli interlocutori privilegiati e le parti interessate a partecipare alle attività del progetto.
Saremo costantemente impegnati nella comunicazione e nella condivisione delle esperienze e delle sfide che affronteremo all’interno del progetto.
 
Puoi seguire il progetto sulla Pagina Facebook:
https://www.facebook.com/pages/Opening-Participatory-Routes_Gendering-Migrant-Citizenship_-Parti-GEMI/205346862984712?ref=hl
o su:
 
 
Per ulteriori informazioni contattare:
Associazione Progetto Arcobaleno Onlus, Via del Leone 9, Firenze, tel.055/288150
Sabrina Mangani Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. – Arianna Donati Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Università degli Studi di Firenze – Dipartimento di Scienze della Formazione e Psicologia – Tiziana Chiappelli Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , 328.5675209

 


Presentazione del libro di Tommaso Randazzo 40 giorni a Floripa


GIOVEDI’ 25 SETTEMBRE ORE 21,00 presso l'ASSOCIAZIONE PROGETTO ARCOBALENO
Via del Leone, 9, Firenze
 
Florianópolis, per gli amici Floripa, è la città-isola che accoglie Tommaso, educatore italiano per la prima volta in Brasile grazie a un progetto di cooperazione e interscambio, la Rete Aquilone.
L’autore si immerge in una realtà umana e sociale diversa, piena di complessità, di contraddizioni, eppure profondamente vicina, intensa, coinvolgente. Il confronto con un contesto educativo difficile diventa così lo spunto per riflettere sul suo ruolo, sulle motivazioni personali e sulle scelte di vita.
Facendo il volontario nelle periferie l’autore incontra i bambini e le bambine di Floripa, gli educatori e le educatrici, i mouradores de rua e gli adolescenti in libertà condizionata, i preti cattolici e le mães de santo delle religioni afrobrasiliane. Sono loro i veri protagonisti di questi caotici e indimenticabili quaranta giorni.
 
Presenteranno il libro in una tavola rotonda che vuole essere momento di riflessione e racconto su esperienze di vita al fianco di chi quotidianamente opera nella complessità del fenomeno migratorio,
 
TOMMASO RANDAZZO, educatore sociale e facilitatore linguistico, impegnato nell’insegnanto di italiano a migranti e nella conduzione di laboratori di espressione artistica e musicale, nonché autore di 40 giorni a Floripa, che è il suo primo libro.
 
MATIAS MESQUITA, presidente dell'associazione angolana "Nzinga Mbande", coordinatore dello sportello Infopoint Studenti Stranieri, direttore/del festival di cinema africano "Kibaka".
 
ALFREDO PANERAI, formatore alla nonviolenza, ricercatore e coordinatore del Laboratorio Permanente per l'Educazione alla Pace della Facoltà di Scienze della Formazione di Firenze.
 

 

Jacopo Martini …. and friends in concerto
 
Jam Sassion Jazz Manouche
Una nuova bella iniziativa in favore della nostra Associazione: 
Stasera 19 settembre al Caffè Notte in Via delle Caldaie, zona Piazza S. Spirito dalle 21,30
 
parte del ricavato sarà devoluto alla nostra Associazione.
Come migliorare la propria partecipazione civica in una prospettiva interculturale e di genere 
PROGETTO PARTY GE.MI 
“Apertura di percorsi partecipativi: Mentoring a capacity Building per una cittadinanza attiva in una dimensione di genere”
 
IL CORSO TI PUÒ INTERESSARE SE…
• Sei una persona immigrata
• Vivi a Firenze o nei dintorni
• Sei interessato/a ad acquisire o rafforzare capacità e 
competenze che ti permettano di partecipare attivamente alla vita politica locale, alla vita sindacale, al mondo della 
scuola e dell’educazione
• Hai avuto esperienze di partecipazione attiva in uno di questi ambiti nel tuo Paese d’origine. 
• Ti piacerebbe partecipare attivamente anche in Italia, ma non sai come e non trovi contatti
• Cerchi qualcuno che ti accompagni lungo il percorso verso la partecipazione attiva
 
IL CORSO TI AIUTERÀ A…. 
• Sviluppare o migliorare le competenze necessarie per essere in grado di partecipare ad una delle tre aree di interesse 
• Definire il TUO progetto di partecipazione: A cosa sono interessato a partecipare? Al mondo della scuola? Alla 
politica locale? Alla vita sindacale? Con chi posso parlare? 
Chi mi può aiutare? 
• Conoscere le associazioni e le reti civiche di Firenze: enti pubblici e privati, sindacati, associazionismo e enti di 
partecipazione.
• Riflettere sulle diversità di genere nella partecipazione politica. 
• Iniziare un percorso di partecipazione
 
DOVE: Presso i locali dell’Associazione Progetto Arcobaleno Onlus, in via del Leone 9, Firenze (dalla Stazione di S.M.Novella bus D fermata “cestello”)
 
QUANDO: • Sabato 11 ottobre 2014 (h 9.00-13.00; 14.00-16.00) 
• Venerdì 24 ottobre 2014 (h 18.00-20.00)
• Sabato 8 novembre 2014 (h 9.00-13.00; 14.00-16.00)
• Sabato 22 novembre 2014 ( (h 9.00-13.00) 
Per iscriversi al corso: scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o telefonare allo 055288150 per ricevere la scheda di 
iscrizione, che dovrà essere compilata e rispedita allo stesso indirizzo di posta elettronica.
Posti limitati: è necessario iscriversi entro e non oltre lunedì 6 ottobre 2014.
Al termine della formazione verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
 
ISCRIZIONE
Potete seguire gli sviluppi del progetto attraverso:
• www.parti-gemi.eu
• FB// Opening Participatory Routes_Gendering Migrant Citizenship_ Parti-GE.MI
• www.associazioneprogettoarcobaleno.it
• FB//associazione Progetto Arcobaleno

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter, riceverai news ed informazioni da Progetto Arcobaleno Onlus.


Ricevi HTML?

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti e ricevi gli aggiornamenti sui nostri progetti, attività, eventi e tutte le nostre iniziative.


Ricevi HTML?