scuolaLa scuola di alfabetizzazione italiana per stranieri: si rivolge a persone arrivate da poco in Italia, è un luogo di scambio interculturale, le classi non sono strutturate in modo rigido, ma sono classi aperte con una durata che varia a seconda delle esigenze dell’iscritto.

L’obiettivo è quello di offrire la conoscenza della lingua come strumento essenziale per una integrazione nella realtà sociale e lavorativa italiana. La scuola è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 15 alle 17 in via del Leone 9 grazie a una quarantina di insegnanti volontari, gli studenti iscritti ogni anno sono oltre 300 e provengono da ogni parte del mondo, sono uomini e donne di tutte le età, e di diversa scolarizzazione, dai laureati agli analfabeti nella lingua di origine.

Dal 1988 hanno frequentato la scuola circa 12.000 studenti provenienti da 113 nazioni diverse.

 

La scuola e i suoi numeri

Sono ormai 23 anni che la scuola opera a favore di stranieri.
Siamo partiti con una sola classe e siamo arrivati ad avere ben 13 aule. Offriamo una prima alfabetizzazione di lingua italiana ad adulti stranieri.  In tutti questi anni quasi 200 dei nostri studenti hanno affrontato esami nelle scuole pubbliche. I risultati sono soddisfacenti, tutti gli alunni presentati sono stati sempre promossi e, a volte, con risultati di tutto rispetto.
Fino ad oggi sono transitati alla Scuola quasi 12.000 studenti e, si stenta a crederci, di 123 Nazioni diverse. Dall’Albania, Cina, Costa d’Avorio,  Egitto fino al Viet Nam.
Oltre il 30% degli utenti sono state donne. I minori, avuti in tutti questi anni, sono stati oltre 1200. Mentre gli adolescenti (dai 18 ai 21 anni) sono stati più si 1800. C’è da segnalare che, nel settore alfabetizzazione hanno frequentato anche “studenti” ultra sessantenni.
In quasi ogni anno scolastico sono transitati circa 320 utenti, per un monte di ore quasi impossibile da calcolare, perché per ogni anno l’impegno degli insegnanti, per i due settori – alfabetizzazione e obbligo - è di quasi 15000 ore (tra lezioni, riunioni, ricerche, contatti con Enti ed Istituzioni).
Siamo in continuo aggiornamento, formazione, ricerca e proponiamo agli studenti anche corsi complementari ad esempio: teatro, musica, fotografia, informatica, disegno. Portiamo gli studenti a visitare la Città storica, Musei, Chiese, li portiamo a teatro, a partite di calcio a visitare Mercati. Organizziamo festicciole all’interno della Scuola e piccole cene etniche.
Gli studenti arrivano da noi attraverso un passa parola, e questo ci gratifica in quanto ogni studente “nuovo” è praticamente accompagnato da uno “vecchio”.  Alcuni ci sono inviati dagli Enti, i minori dai Centri di accoglienza, ma la maggior parte ci conosce tramite chi ha già frequentato.
Il successo più grande della scuola è quello di essere sempre riusciti ad insegnare l’italiano ad analfabeti in lingua madre, non solo, ma parecchi di questi hanno anche sostenuto esami per il recupero della scuola dell’obbligo.
Le nostre domande di iscrizioni sono redatte in ben 37 lingue dall’albanese all’urdo, passando dal cingalese all’arabo.
 Sono transitati da noi oltre 300 educatori/insegnanti  e circa 110 tirocinanti provenienti da diverse facoltà, obiettori e ragazzi del Servizio Civile. Abbiamo più di 20 insegnanti che sono con noi da oltre quindici anni.
Abbiamo collaborato per la stesura di due libri, editi grazie al patrocinio del Comune di Firenze, e studiato dispense operative che ci vengono richieste anche da altri centri e scuole.
 Teniamo a disposizione di tutti i dati raccolti in questi 21 anni per chi ne facesse richiesta al coordinatore.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti e ricevi gli aggiornamenti sui nostri progetti, attività, eventi e tutte le nostre iniziative.


Ricevi HTML?