L’Associazione Progetto Arcobaleno invita i soci e gli amici allo spettacolo in favore del PROGETTO ROMANIA, Venerdì 20 aprile ore 21,15 al Teatro di San Ilario a Colombaia:La Brigata de’ Begliumori presenta "La mamma malata" Scherzo comico di BRUNO CARBOCCI e
"L’appigionasi" Commedia brillantissima di GUIDO MAZZUOLI, regia di M. Luisa Fragnoli

 Dopo la verifica delle firme raccolte le due proposte di legge sui diritti di cittadinanza sono state assegnate alle Commissioni parlamentari competenti. E' un altro passo avanti dopo la consegna, il 6 marzo scorso, delle 109.268 firme per la proposta di legge sulla concessione della cittadinanza ai figli degli immigrati che nascono in Italia (da un genitore legalmente residente da almeno un anno), e delle 106.329 firme per la proposta di estensione del diritto di voto nelle elezioni amministrative agli stranieri residenti da almeno 5 anni.
La campagna nazionale “L’Italia sono anch’io” è promossa da 19 organizzazioni della società civile: Acli, Arci, Asgi-Associazione studi giuridici sull’immigrazione, Caritas Italiana, Centro Astalli, Cgil, Cnca-Coordinamento nazionale delle comunità d’accoglienza, Comitato 1° Marzo, Emmaus Italia, Fcei – Federazione Chiese Evangeliche In Italia, Fondazione Migrantes, Libera, Lunaria, Il Razzismo è una brutta storia, Rete G2 - Seconde Generazioni, Tavola della Pace e Coordinamento nazionale degli enti per la pace e i diritti umani, Terra del Fuoco, Ugl Sei e dall’editore Carlo Feltrinelli. 

www.litaliasonoanchio.it

Così era scritto su uno dei tanti striscioni della manifestazione di sabato promossa dalla Comunità Senegalese a Firenze e in Toscana , eravamo in tanti davvero in un corteo molto vario ma sempre estremamente composto.

C'è chi ha stimato 40.000 presenze, chi 20.000,  sicuramente molte persone anche da fuori Firenze sono state mosse dal desiderio di essere vicine alla comunità senegalese e di respirare più umanità e giustizia, che la tragedia di martedì scorso serva almeno a svegliare le coscienze assopite o troppo rassegnate all'insensatezza del razzismo diffuso, e recuperare una cultura dei diritti di cittadinanza.

In affanno per i regali di Natale?

Ricordati che in via del Leone 28/R  e in via Palazzuolo 1 puoi trovare in offerta oggetti, accessori ed abbigliamento che l'Associazione ha avuto in dono, il cui ricavato ci aiuta a sostenere le attività di accoglienza ed aiuto concreto alle persone in difficoltà che il Progetto Arcobaleno svolge da più di 25 anni nella nostra città.

Hanno parlato di noi in un servizio trasmesso nei telegiornali serali la 7tgt Toscana, e in un bell'articolo Il Corriere di Firenze del 3 novembre scorso:

"... è un piccolo negozio dove si vendono gli abiti e gli accessori donati da qualcuno di buon cuore e rivenduti da un'associazione benefica, e in questo caso l'associazione si chiama Progetto Arcobaleno. Una realtà molto attiva a livello cittadino che si occupa di educazione, assistenza e tutela di persone svantaggiate, in particolar modo extracomunitari, ex tossicodipendenti, ex alcolisti ed ex prostitute (...) Nel locale spartano e pieno di abiti di ogni genere ci si trovano giacche di Max Mara, borse di Laura Biagiotti, maglioncini e sciarpe di misto cachemire, se si è fortunati anche una pochette vintage di Gucci o Vuitton e poi un po' di piccola oggettistica e tailleur in pura lana usciti dal guardaroba di qualche signora della zona oltre, ovviamente, a cose di minor valore ma tutte rigorosamente selezionate, pulite e sistemate con garbo"

Grazie alle nostre instancabili volontarie Via Palazzuolo partecipa anche al concorso per le vetrine natalizie!

 

 

L’azione criminale di ieri, 13 dicembre 2011, avvenuta a Firenze ha lasciato attonita l’intera città, fatta di fiorentini, italiani e non, ma non solo, ha segnato profondamente tutto il nostro Paese, fatto di persone italiane e non.

L’Associazione Progetto Arcobaleno di Firenze condanna, senza alcuna riserva, l’atto criminale espressione di inaudita ed ingiustificata violenza ed odio verso persone inermi ed indifese.

L’Associazione Progetto Arcobaleno di Firenze esprime anche forte timore e preoccupazione, stante il ripetersi di episodi di violenza gratuita nei confronti di cittadini stranieri, non ultima l’aggressione con incendio al campo Rom di  Torino.

Il concatenarsi di tali eventi, fa ben trasparire che non si tratta di episodi isolati, o frutto della scelleratezza di un singolo, bensì sono il risultato di una cultura che specula sulla demonizzazione dell’immigrato per favorire un consenso che, facendo leva sulle pulsioni più basse, nasconde la sua incapacità di dare risposte vere ai bisogni dalla gente. Questo genera due vittime: per prime le persone oggetto di tale aggressione, ma anche quel mondo fragile che crede di trovare nella violenza una risposta ad una ossessione che cresce dentro di sè ogni giorno di più.

In tal senso l’Associazione Progetto Arcobaleno di Firenze chiede in primo luogo che le competenti autorità svolgano approfondite indagini, al fine di accertare se l’azione di un singolo sia espressione esclusiva della sua volontà o se, invece, sia il risultato di una strategia organizzata e, in tal caso, quali siano gli eventuali mandanti e/o connivenze.

Indipendentemente dall’episodio criminale, e dalle eventuali responsabilità penali collegate, l’Associazione Progetto Arcobaleno di Firenze invita le Istituzioni tutte, gli enti e le Associazioni del Terzo Settore ma, in verità, tutti i fiorentini e i cittadini di questo Paese, a promuovere e a testimoniare una vera cultura dell’accoglienza, dove nessuno sia ospite sgradito, dove il primo obiettivo sia il rispetto della persona e della sua dignità. Nel contempo invita a denunciare tutte le forme di aggressione: fisica, verbale, di negazione dei diritti fondamentali della persona umana, di discriminazione che offendono la dignità di ogni cittadino e di ogni comunità civile.

 

Firenze, 14 dicembre 2011

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter, riceverai news ed informazioni da Progetto Arcobaleno Onlus.


Ricevi HTML?

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti e ricevi gli aggiornamenti sui nostri progetti, attività, eventi e tutte le nostre iniziative.


Ricevi HTML?